1° Giorno del PON Cittadinanza e Creatività digitale nel 205° CD di Anguillara Sabazia

Oggi hanno preso il via i primi due moduli del “Pon Cittadinanza e Creatività Digitale” del 205° Circolo Didattico: 

App n° 1 “A Scuola di Coding: tra Pensiero Computazionale e creazioni di App” dedicato agli alunni delle classi terze guidato dall’Esperto Walter Celletti

La prima giornata è stata dedicata ai concetti di base del pensiero computazionale e della programmazione a blocchi.

Si è preferito iniziare in modalità unplugged – senza devices digitali – e di utilizzare metodi visuali manuali (carta e colori), proprio per facilitare tutti nell’accesso alle nozioni e per valorizzare le attività manuali, che rappresentano comunque lo stimolo principale da proporre ai bambini, almeno in questa prima fase.

Alcuni giochi iniziali per richiamare l’attenzione dei bambini: apposizione dei propri nomi sulle magliette e costruzione di 4 squadre (gruppi di lavoro) ispirate a personaggi conosciuti (le squadre della saga di Harry Potter).

Introduzione dei primi concetti: le cose muovono da sole? come funziona un telecomando? per quale ragione premendo un pulsante accadono delle cose? Primi rudimenti sui comandi, le istruzioni e sul codice (inteso come insieme di istruzioni)

Pixel art. Partiamo da una griglia, coordinate bidimensionali e individuazione di un punto specifico su un foglio.

  • prima esercitazione: partendo da una griglia vuota e da un codice (coordinate, colore, numero di caselle da colorare) i bambini – in gruppi collaborativi di 3-4 unità – hanno ricostruito l’immagine.
  • seconda esercitazione: partendo da una griglia priva di coordinate e da un codice, i bambini – singolarmente – hanno ricostruito l’immagine stilizzata di uno scheletro danzante.

L’attività si è svolta per 4 ore, intervallate da una pausa ricreativa

Introduzione al coding in modalità “unplugged”, ossia una modalità di avvicinamento alla materia della programmazione, senza utilizzare gli strumenti tecnologici.

Utilizzo del tinkering, ossia della ricerca di costruzione manuale di strumenti e materiali di lavoro. Utilizzo di carta e colori.

Cooperative learning, per facilitare la contaminazione delle conoscenze e la ricerca di soluzioni condivise ai problemi posti al gruppo.

Attività di lavoro individuale, per consolidare e assimilare meglio i concetti e le nozioni

Contest e sfida a squadre, per generare spirito competitivo all’interno di un approccio cooperativo

Materiali e strumenti utilizzati:

fogli di carta prestampati (griglie e codici) sui quali far disegnare i bambini

colori, pennarelli e pastelli.

 

       

Come si costruisce un luogo virtuale? Minecraft nel primo giorno degli “Artisti Digitali” e i ragazzi delle quinte iniziano a progettare una città… 

App n° 2 “Artisti e Cittadini Digitali” dedicato agli alunni delle classi quinte e guidato dall’Esperto Marco Vigelini.

Il primo giorno è stato dedicato all’Attività di progettazione

Vengono formati 5 gruppi ai quali si chiede di progettare un Città ideale. Ogni gruppo, attraverso il capogruppo presenta gli elementi rappresentativi della propria città.

Si avvia il mondo tutorial di Minecraft e si muovono i primi passi con lo strumento didattico.